Eccoci qui! Innanzitutto grazie a tutti i lettori! Spero che i consigli culinari siano stati utili, oggi invece parleremo di luoghi meno conosciuti rispetto alla Langa del Barolo, ma altrettanto affascinanti! Pur essendo nata e cresciuta qui, l’Alta Langa è un territorio più “selvaggio”, quindi anche per me è sempre una continua scoperta, non ci si annoia mai!

Allora bando alle ciance, ecco una carrellata di posti imperdibili in Alta Langa!

Murazzano

Foto di Luca Bernelli (Dragonfly Cuneo)

Murazzano e la sua torre che troneggia sul paese non potranno lasciarvi indifferenti, e se così fosse, vi conquisteranno gli ottimi ristoranti e i bar, l’arietta fresca che non manca mai e la sorprendente vitalità di questo paesino di soli 800 abitanti ( ma che nelle domeniche d’estate ne ospita almeno il doppio!). Murazzano è anche il nome di un formaggio DOP, la “tuma” di Murazzano, formaggio a pasta molle prodotto con latte ovino crudo in purezza o abbinato al latte vaccino. Presidio Slow Food, il Murazzano sarà sicuramente una presenza fissa sulle tavole dei ristoranti, bar e vinerie di questo bel paese. Cosa fare a Murazzano?

Mangiare in una delle due trattorie che vi riporteranno indietro nel tempo con un viaggio nella cucina tradizionale piemontese : la storica “Trattoria da Lele” e la graziosa “Ra Ca’ ‘D Baruc”, con i loro prezzi imbattibili e i loro menù conquisteranno tutti, oppure potrete gustarvi un aperitivo (ad esempio l’Alta Langa Spritz!) al Cafè Gianduja, cuore della “movida” Murazzanese, dove non potrete non assaggiare l’ottima selezione di vini e il gelato artigianale (nocciola in primis!). Non dimenticate di visitare una delle aziende produttrici della tuma Murazzano Dop (Il Forletto e Cascina Raflazz per citarne due), o prodotti a base di Nocciola (assaggiate la crema gianduja di Cascina Masueria!): la tonda gentile delle Langhe è infatti un’altra protagonista delle campagne e dei piatti di questa zona, impossibile non notare le distese di noccioleti appena varcati i confini dell’Alta Langa.

Qui sotto potete ammirrare Murazzano in tutto il suo splendore nelle foto del murazzanese Alessio Corneglio.

Sale San Giovanni

Ed eccoci arrivati a parlare di un borgo bellissimo, di cui mi sono innamorata dalla prima volta in cui l’ho visitato! E’ soprannominato la Provenza delle Langhe, dato che nei campi che circondano il paese potrete ammirare colorate coltivazioni di lavanda, enkir, salvia e altre erbe officinali. Da non perdere la caratteristica fiera “Non solo Erbe”, che si tiene ogni anno durante l’ultimo week end di giugno, dove troverete cosmetici prodotti con piante coltivate qui, spezie, saponi naturali e tanto altro! Imperdibili le foto nei campi di lavanda, ma anche il delizioso borgo medioevale. Per chi ama le passeggiate, c’è un percorso in mezzo ai profumati campi di erbe officinali, che vi regalerà degli scorci pazzeschi.

Bossolasco

Foto presa da “Proloco Bossolasco”

E siamo arrivati al paese delle rose! Bossolasco è un po’ la “capitale” dell’Alta Langa, in quanto fra i vari paesini che si susseguono è quello più grande. Come a Murazzano, anche a Bossolasco si produce il Murazzano Dop, sono infatti tanti i piccoli e medi caseifici che si trovano nel paese. A Bossolasco potrete passeggiare fra le bellissime vie del centro storico, colorate da tantissime rose rampicanti, e mangiare in uno dei tanti bei locali presenti. Uno fra tutti la Drogheria di Langa, un ristorante-bistrot che appena varcata la soglia vi farà sentire catapultati in un grazioso locale francese bohemienne. Per chi volesse fermarsi a dormire in Alta Langa, Bossolasco è sicuramente un’ottima scelta, in quanto si trova a pochi minuti di macchina da Murazzano, Serravalle Langhe ( dove dovete assolutamente andare a mangiare alla “Coccinella”), Cissone, Albaretto… Inoltre sono presenti tutti i servizi utili per un soggiorno (banca, farmacia ecc) e d’estate anche una bella piscina.

Prunetto

Ora ci spostiamo in Val Bormida, una verdissima valle che funge da congiunzione fra Piemonte e Liguria. L’Alta Langa, infatti, non è affatto lontana dalla regione costiera, che si raggiunge in mezz’ora circa d’auto. In Val Bormida ci sono molti bei paesi degni di nota, come Monesiglio e Saliceto, bellissimi borghi medioevali con castelli ben preservati. Dovendo scegliere uno dei tanti bei paesi di quella zona, ho optato per Prunetto, che la particolarità di avere un castello dall’architettura insolita circondato da un bellissimo prato. Un paesaggio che vi farà sentire più in Scozia che in Piemonte! I tre paesi che della Val Bormida che vi ho citato, oltre che a regalare scorci bellissimi e una vista mozzafiato sulle Alpi, d’estate si animano con delle feste e delle sagre molto conosciute e frequentate, che regaleranno anche ai più giovani un po’ di divertimento.

E il vino?

Vigna di Chardonnay a Marsaglia. destinati a produrre l’Alta Langa di Anna Maria Abbona

Penserete mai di visitare la Langa, anche se “alta”, e di non bere bene? Ovviamente no!

L’Alta Langa è infatti, dal 2008, il nome di uno spumante di altissima qualità : L’Alta Langa Docg! Si tratta di uno spumante metodo classico millesimato, a base pinot nero e chardonnay in percentuali variabili. E dunque per gli amanti delle bollicine, problema risolto! Ma non c’è solo questo: amanti del vino rosso, non disperate! Alcuni paesi dell’Alta Langa, come Belvedere Langhe, Marsaglia, Igliano Bastia, Cigliè, Rocca Cigliè e una parte di Murazzano, fanno parte dell’area di produzione del Dogliani Docg, un vino prodotto con uva dolcetto al 100%. Il dolcetto è infatti da sempre il vino quotidiano di questi luoghi, nessun abitante dell’Alta Langa può negare che i nostri nonni avessero sempre una bottiglia di dolcetto sul tavolo, prodotto dai vigneti intorno a casa.

E non dimenticate di assaggiare la pregiatissima nocciola tonda gentile, protagonista indiscussa di questo territorio!

Foto presa dal sito dell’azienda “Papa dei Boschi”

Dove Mangiare?

Nell’articolo ho citato alcuni ristoranti dove potrete assaggiare la cucina tipica di questa parte del Piemonte, ma non temete, a breve scriverò una guida completa di tutti i migliori ristoranti dell’Alta Langa dove ho avuto il piacere di mangiare! A presto !

Lascia un commento